I docenti sono organizzati in collegio, dipartimenti e consigli di classe.

 

COMPITI DEL COLLEGIO DEI DOCENTI

 

  1. Valorizzare le istanze educative para ed extra scolastiche
  2. Definire i criteri e metodi per rilevare la metodologia di partenza delle prime classi
  3. Definire gli obiettivi di ciclo: bienni e quinto anno
  4. Adottare i criteri generali per gli itinerari formativi
  5. Adottare dei criteri generali di valutazione
  6. Adottare dei criteri di controllo della qualità dell'istruzione (indicatori di qualità)
  7. Adottare dei criteri per eventuali correttivi in itinere
  8. Proporre rapporti con enti e rappresentanti l'ambiente ed il territorio
  9. Compiti previsti dall'Art. 7 del D.L. 297/94

 

 

 

DIPARTIMENTI

 

Gli insegnanti vengono raggruppati nei seguenti dipartimenti:

  • Italiano, Storia, Latino, Diritto
  • Inglese
  • Francese
  • Tedesco

13) Spagnolo

  • Matematica e Informatica, Fisica
  • Scienze
  • Filosofia, Scienze umane
  • Religione
  • Educazione fisica
  • Italiano, Latino, Greco (Classico)
  • Storia, Filosofia (Classico e Linguistico)
  • Arte

14) Sostegno

 

I dipartimenti hanno il compito di:

  • Decidere la programmazione didattica per aree disciplinari:
    • contenuti comuni
    • strumenti di valutazione
    • tipologie e numero delle verifiche da effettuare
    • modalità e tempi di correzione
    • criteri di valutazione
  • Verificare l'attività didattica per aree disciplinari
  • Proporre attività didattiche non curriculari attinenti l'area disciplinare propria
  • Coordinare l'adozione dei libri di testo e le proposte di acquisto dei sussidi didattici
  • Organizzare attività e strumenti di documentazione scientifica
  • Organizzare e verificare esiti prove di istituto e prove INVALSI
  • Tenere rapporti con enti e le associazioni che si occupano delle tematiche scientifiche dell'area

 

 

interessata

  • Proporre al Consiglio di Istituto gli acquisti necessari per lo svolgimento dell'attività didattica
  • Nell’Istituto è presente il Gruppo di lavoro per l’integrazione scolastica, rivolto a favorire la frequenza scolastica degli alunni diversamente abili

 

Coordinatori di dipartimento

Il coordinatore di dipartimento ha il compito di:

  • presiedere le riunioni di dipartimento
  • coordinare la programmazione disciplinare
  • coordinare l’attività didattica
  • coordinare i criteri e le modalità di verifica
  • mantenere i contatti con gruppi disciplinari di altre scuole
  • eventuale attività esterna su delega del dirigente

 

 

 

COMPITI DEL CONSIGLIO DI CLASSE

 

  • rilevazione dei livelli di partenza della classe
  • definizione degli obiettivi annuali intermedi
  • individuazione di moduli ed unità pluridisciplinari
  • definizione di strumenti di verifica e di misurazione (formativa, informativa, in itinere, sommativa)
  • verifica delle conseguenti prestazioni degli allievi e dell'efficacia didattica
  • verifica dei processi formativi attuati
  • formulazione di eventuali correttivi per il potenziamento, il sostegno ed il recupero
  • valutazione degli alunni
  • proposte per attività para - inter - extra curriculari
  • proposte di iniziative di sperimentazioni
  • proposte di adozione dei libri di testo

 

Coordinatori di classe

Il coordinatore di classe ha il compito di:

 

  • tenere i rapporti ufficiali con la classe e, su delega del Preside, con le famiglie
  • verificare la registrazione delle assenze e l’avvenuta giustificazione da parte degli studenti
  • fare da tramite tra i docenti della classe e il Preside, a cui riferisce mensilmente sulla situazione
  • della classe, sia a livello didattico che disciplinare, e immediatamente in caso di problemi di
  • particolare rilevanza
  • provvedere, in accordo con i colleghi, ad individuare mete idonee per le visite guidate e i viaggi di istruzione
  • provvedere alla preparazione degli atti necessari all’effettuazione degli scrutini

 

 

Segretari

Il segretario ha il compito di:

 

  • redigere apposito verbale delle sedute
  • tenere i rapporti con la segreteria per gli adempimenti burocratici

 

 

 

SCELTE DIDATTICHE

 

La scansione dell'anno scolastico è articolata in quadrimestri.

 

Al rapporto e ai colloqui con le famiglie, che si ritiene di particolare rilevanza per la riuscita del percorso, è dedicato un incontro generale una volta a quadrimestre e un colloquio, due volte al mese, con ciascun docente.

 

 

 

FORMAZIONE DELLE CLASSI

 

In sede di formazione delle classi, il Liceo si impegna a comporre classi omogenee tra loro ed eterogenee al loro interno, con riferimento ai seguenti criteri:

  • valutazione della scuola media
  • località di provenienza (Fano, entroterra, altre zone extraurbane)
  • divisione dei gruppi numerosi provenienti dalla stessa scuola o località
  • mantenimento di piccoli gruppi (anche su richiesta)
  • sorteggio della sezione
  • composizione mista per genere

In caso di necessità di accorpamenti di classe, il Consiglio di Istituto ha approvato alcuni criteri il cui presupposto fondamentale è salvaguardare il valore del gruppo classe, in particolare:

  • garantire il proseguimento delle sperimentazioni
  • rispettare il D.M. 331 sul limite di numero di alunni per classe
  • dividere il minor numero di classi possibile e creare il minor numero di gruppi
  • formare gruppi con il più alto numero di studenti possibile

 

 

 

ASSEGNAZIONE DEI DOCENTI ALLE CLASSI

 

In sede di assegnazione dei docenti alle classi, il Dirigente Scolastico opera in riferimento ai seguenti criteri:

  • continuità didattica
  • insegnanti di ruolo distribuiti su tutte le sezioni
  • stesso numero di classi

 

 


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.