La Storia dell'Istituto

 

L’Istituto d’Istruzione Secondaria Superiore “G. Nolfi” nasce dalla fusione, avvenuta il 1° settembre del 2000, tra lo storico Liceo Classico “Nolfi” ed il Liceo “Carducci”.
Questo Istituto, diventato anche Polo Scolastico 1 di Fano, offre i seguenti corsi di studio:

  • Liceo Classico
  • Liceo Linguistico
  • Liceo delle Scienze Umane 
  • Liceo Economico Sociale

Il Liceo “Nolfi” ha radici molto antiche nella storia della città. Sebbene la data ufficiale della sua costituzione nella forma e nel nome attuale sia l'8 Maggio 1865, quando venne deciso dal Collegio Docenti  di dedicare a Guido Nolfi  il Convitto Nazionale con annesso Liceo Classico istituito dai Piemontesi per decreto di Lorenzo Valerio, commissario straordinario di Vittorio Emanuele II il 6 novembre 1860, esso può essere fatto risalire al 1680, quando venne aperto il Collegio Nolfi, al n. 81 di via Arco d'Augusto, in attuazione delle volontà testamentarie del concittadino G. Nolfi  (Fano 1554 - Roma 1627), destinato a otto giovani che volessero seguire lo studio del Diritto e a quattro giovani che volessero seguire lo studio della Medicina. Il Collegio divenne successivamente Università Pontificia, per decreto di Papa Benedetto XIII (1729) e dell'Imperatore Carlo VI (1732), con la facoltà di rilasciare lauree in Legge, Filosofia, Teologia e Medicina. La fine dell'Università fanese fu decretata nel 1824 dal Pontefice Leone XII e l'Istituto “Nolfi” tornò ad essere una scuola di preparazione per il conseguimento di titoli accademici. Dal 1850 divenne  scuola di preparazione agli studi superiori  e così fu fino al 1860. Altra data importante per la vita del Liceo é il 1982 quando il M.P.I concesse all'istituto, su progetto elaborato dal Collegio dei docenti, l'autorizzazione all'attivazione del corso ad indirizzo sperimentale linguistico moderno. Le sezioni sperimentali ad indirizzo linguistico, confluite poi nell'attuale sperimentazione Linguistica “Brocca”, hanno consentito a tanti studenti della città e del territorio circostante, di conseguire, oltre ad una educazione di tipo liceale, anche una conoscenza di tre lingue straniere moderne, l'Inglese, il Francese e il  Tedesco, di particolare rilevanza per un proficuo inserimento dei giovani nella multiforme realtà contemporanea. L’attuale Liceo “Carducci” fu fondato nel 1934 come Istituto Magistrale. Quest’ultimo, nel corso degli anni, per rispondere alle esigenze di una società in continua evoluzione, soprattutto in relazione a nuove forme di sapere, ha subito notevoli cambiamenti. La prima grande trasformazione avvenne nell’anno scolastico 1987/88, quando fu introdotta la Sperimentazione autonoma ad indirizzo Socio-psico-pedagogico, che affiancava lo storico indirizzo Magistrale. L’introduzione dell’obbligo della laurea per gli insegnanti delle scuole elementari comportò l’abolizione dell’Istituto Magistrale sancita con D.L. 10.3.97 e previde la definizione di nuovi curricoli. E’ nell’a.s. 1998/99 che, per rispondere a queste nuove esigenze, è stato istituito un Liceo con l’indirizzo di Scienze Sociali. Nell’a.s. 1999/2000 il Liceo ha attivato anche l’indirizzo di Scienze della Formazione.

Il contesto socio-ambientale

L'Istituto “Nolfi” opera in un contesto territoriale particolarmente ricco da un punto di vista artistico e ambientale che ha conosciuto nell'ultimo decennio una notevole espansione economica grazie ai settori industriale e turistico che operano sul mercato internazionale. I corsi attivati intendono rispondere ai bisogni di formazione provenienti dal territorio, quelli culturali e quelli più specificamente collegati con il  mondo del lavoro, sia tramite la strutturazione dei programmi e delle metodologie adottate che tramite le attività extrascolastiche offerte all'utenza.Sono, in particolare, parte integrante della attività formativa iniziative quali gli scambi con classi di istituzioni educative straniere, i viaggi di istruzione, i contatti con la realtà socio-ambientale circostante e l'orientamento scolastico.L'Istituto mantiene frequenti contatti con gli enti e con l'ambiente sociale circostante tramite l'istituzionalizzazione di una serie di rapporti con le famiglie, con le amministrazioni, con la realtà produttiva locale e lavorativa in genere, comprese le diverse associazioni operanti nel settore no-profit, attraverso visite guidate o stages e fornendo ai propri studenti gli strumenti per conoscere, interpretare e valorizzare tali realtà.

Tipologia degli allievi

L'Istituto è frequentato da alunni che provengono dalla città di Fano e dalle località limitrofe  e per la parte restante  dalle zone comprese tra la Valle del Metauro e del Cesano; si registrano  presenze anche dalla zona di Pergola.Il tessuto sociale di appartenenza è riconducibile al ceto medio e medio-alto, con attività nell'agricoltura, nell'industria e nel terziario, anche avanzato.
Le aspettative delle famiglie rispetto alla scuola sono caratterizzate dalla fiducia che l'istruzione scolastica possa dare un contributo fondamentale al percorso di crescita culturale e umana dei figli e permetta loro di acquisire quell'ampio spettro di conoscenze, competenze e capacità che consentano l'accesso e il successo in qualsiasi indirizzo universitario.

Docenti, Alunni e Personale A.T.A.

Nell’anno scolastico 2016-2017 gli alunni che frequentano l'Istituto sono complessivamente 837 di cui:

  • Indirizzo Classico: 244
  • Indirizzo Linguistico: 320
  • Indirizzo delle Scienze Umane: 200
  • Indirizzo LES: 68
  • Alunni con disabilità: 5

Docenti in servizio sono 73 

Il Personale AmministrativoTecnico e Ausiliario in servizio è composto da n.25 persone:

  • n.1 Direttore Amm.vo
  • n.6 Assistenti Amm.vi 
  • n.3 Assistenti tecnici 
  • n.1 Docente fuori ruolo addetto alla segreteria 
  • n.1 Docente fuori ruolo addetto alla biblioteca 
  • n.10 Collaboratori scolastici statali 
  • n.3 Collaboratori della Cooperativa "Coop Service" al plesso “Carducci”

Trasparenza

L’Istituto assicura spazi ben visibili adibiti all’informazione; in particolare sono predisposti:

  1. tabella dell’orario di lavoro dei dipendenti (orario docenti, funzione e dislocazione
  2. tabella dell'orario di lavoro del personale amministrativo, tecnico e ausiliario)
  3. organigramma degli Uffici  (Presidenza, Vice-Presidenza e servizi)
  4. organigramma degli Organi Collegiali
  5. organico del personale docente e A.T.A.
  6. regolamento d’Istituto (che viene affisso anche in ogni aula)
  7. piano offerta formativa.

Sono inoltre resi disponibili appositi spazi per:

  1. bacheca sindacale
  2. bacheca degli studenti
  3. bacheca del Consiglio d’Istituto
  4. bacheca del personale A.T.A.
  5. albo dell’Istituto

Condizioni ambientali della scuola

L’ambiente scolastico deve essere pulito, accogliente, sicuro. Le condizioni di igiene e sicurezza dei locali e dei servizi devono garantire una permanenza a scuola confortevole per gli alunni e per il personale. I Collaboratori Scolastici devono adoperarsi per garantire la pulizia dei corridoi e scale e in particolare la costante igiene dei servizi.

Procedura dei reclami

I reclami possono essere espressi in forma orale, scritta, telefonica, via fax e devono contenere generalità, indirizzo e reperibilità del proponente. I reclami orali e telefonici debbono, successivamente, essere sottoscritti. I reclami anonimi non sono presi in considerazione. Il Capo d’Istituto, risponde per iscritto, entro 15 giorni, ai reclami. Qualora il reclamo non sia di competenza del Capo d’Istituto, al reclamante sono fornite indicazioni circa il corretto destinatario.

Joomla Templates by Joomla51.com